menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calendario delle religioni, critiche dall'Uaar: "Ignorati i non credenti"

L'Uaar di Pescara critica duramente la decisione del Comune di Pescara di realizzare assieme al CVM il cosiddetto "Calendario delle religioni per la pace 2011" distribuito nelle scuole pescaresi

L'Uaar di Pescara critica duramente la decisione del Comune di Pescara di realizzare assieme al CVM il cosiddetto "Calendario delle religioni per la pace 2011" distribuito nelle scuole pescaresi.

"Leggiamo con piacere sul quotidiano Il Messaggero del 20/011 dell'iniziativa del CVM con la collaborazione del Comune di Pescara dle cosidetto " Calendario delle religioni per la pace 2011 " distribuito nelle scuole primarie e medie pescaresi; il calendario " elencherà le principali festività celebrate dalle religioni riconosciute nel mondo, così da far apprendere ai ragazzi la ricchezza e la molteciplità delle esperienze esistenti". " dichiara Roberto Anzellotti, coordinatore del Circolo pescarese, che sottolinea come siano stati ignorati gli atei ed agnostici.

"Ci sembra, dunque, estremamente dilettantesco e approssimativo, il fatto che si voglia dare agli studenti la possibilità di conoscere altre visioni del mondo....escludendo a priori la visione non teista, nonostante questa " filosofia di vita " rappresenti il pensiero di un numero di cittadini superiore a quello di tutte le altre religioni non cattoliche in Italia!!" prosegue Anzellotti, che parla di discriminazioni odiose e becero clericali.

"Anche il non credere ha diritto di cittadinanza e al pari delle visioni trascendentali della vita, deve essere messo a disposizione delle nuove generazioni." conclude l'Uaar di Pescara.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento