menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cadavere recuperato in mare a Pescara, potrebbe essere un pescatore marchigiano

Nell'ultimo anno non risultano denunce di scomparsa di pescatori abruzzesi. Il corpo è stato trovato da un peschereccio a 16 miglia dalla costa. Impossibile per il momento determinarne il sesso e l'età

Si concentrano nelle Marche e in provincia di Ravenna le ricerche degli inquirenti per cercare di dare un'identità al cadavere di un pescatore in avanzato stato di decomposizione trovato in mare l'altra notte, a 16 miglia al largo di Pescara, dall'equipaggio del peschereccio 'Indomita', che lo ha recuperato e condotto in porto.

In banchina sono intervenuti la Capitaneria di Porto, la Polizia e il medico legale. Nell'ultimo anno non risultano denunce di scomparsa di pescatori abruzzesi, mentre ci sono stati riscontri positivi, in tal senso, nelle vicine Marche e nel ravennate.

L'avanzato stato di decomposizione del corpo - è rimasto quasi solo lo scheletro - per il momento non ha consentito di ipotizzare il sesso o l'età. L'autorità giudiziaria ha disposto il trasferimento in obitorio per tutti gli esami del caso. Degli accertamenti si occupa la Capitaneria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento