rotate-mobile
Cronaca

Arriva Bubbles, l'alternativa a Whatsapp nata a Pescara

L'app disponibile per Android e iOS è nata dall'agenzia Lime5 di Luigi Valerio Rinaldi con partner tarantini. Consente di programmare l'invio dei messaggi gratuiti e di scambiare pensieri con utenti sconosciuti, tutelando la privacy

È l’app più indicata per chi teme di dimenticare un messaggino di auguri per anniversari o compleanni, ma anche per chi vuole utilizzare un’alternativa meno diffusa e più completa del più famoso Whatsapp. Si chiama Bubbles – Messages in time, ha un terzo del dna pescarese ed è stata lanciata gratuitamente sugli store Android e iOS il 22 gennaio scorso.

L’applicazione, tutta italiana, ma attualmente disponibile anche in inglese, nasce dalla collaborazione dei tarantini Ermes Amadio, imprenditore, e Angelo Peluso, programmatore, con Luigi Valerio Rinaldi, titolare dell’agenzia Lime5 di Pescara, e di Enry’s Island, incubatore di start up che ha base a Dublino.

Ma quali sono le novità di Bubbles rispetto ad altre app di messaggistica grauita? La prima e più utile innovazione sta nel fatto che si può programmare l’invio dei messaggi. Basta indicare data e ora, scrivere il testo o allegare un immagine, perché il messaggio desiderato raggiunga il destinatario proprio all’ora in cui il mittente desidera. Niente più scuse di impegni improrogabili, lavoro, dimenticanze o distrazioni. Per visualizzare i propri contatti che abbiano già scaricato l’applicazione, è sufficiente andare nella sezione Preferiti.

Inoltre, Bubbles permette le Random Bubbles. Basta cliccare su una delle bolle colorate nell’apposita sezione, per leggere i messaggi di altri utenti sconosciuti, in cerca di nuove amicizie o risposte divertenti. Ad esempio l’utente “Secondo voi” chiede quale sia il più bel posto al mondo, collezionando risposte che vanno da “L’Islanda”, “La mente”, “Casa”, “Berlino” e via dicendo.

Per chi temesse l’intrusione di persone indesiderate, c’è la possibilità di limitare la privacy del proprio profilo, impedendo a chi leggerà le Random Bubbles inviate o i commenti lasciati ad altri, di visualizzare il numero di telefono. Inoltre, è possibile bloccare gli utenti sgraditi per non interagire più con loro.

Quando si invia una Bubble, ovvero un messaggio, se il destinatario la visualizza, accanto al messaggio compare la scritta “Letta”. Per chiarire tutti i dubbi, comunque, l’app prevede una sezione di Faq, che guida gli utenti nell’uso di Bubbles.

Attualmente si registrano circa 180 iscrizioni al giorno, in un target variabile dai 12 ai 50 anni, proveniente, oltre che dall’Italia, anche da Russia, Spagna, Germania e Francia. La versione multilingue, però, sarà lanciata soltanto martedì prossimo (10 febbraio).

Ecco come uno dei “padri” di Bubbles, il pescarese Luigi Valerio Rinaldi, commenta i successi della sua Lime5, di cui è fondatore e Ceo: “Competitività, merito, qualità, diversificazione delle competenze: sono gli elementi che permettono di combattere la crisi con ottimismo, freschezza e competenza, di crescere in fatturato e creare posti di lavoro, di rivitalizzare il tessuto imprenditoriale locale, alimentandosi e contemporaneamente alimentando le logiche del mercato delle startup”.

Lime5, innovation agency con sede in piazza Sacro Cuore, è animata da giovani menti abruzzesi, ma non solo, riunendo competenze diversificate e trasversali, con cui affronta le richieste di mercato sempre diverse. In questo modo, riesce a lavorare come fosse una fusione fra un’azienda di Innovation Technology e un’agenzia di Marketing, tenendo saldo il valore della meritocrazia. I “limers”, così si chiamano i membri del team dell’agenzia, sono costantemente alla ricerca di nuovi trend, idee e soluzioni.

E accanto a Lime5, Rinaldi ha lanciato la startup Enry’s Island, primo incubatore italiano con base in Irlanda, che opera in ambito internazionale, facendo da volano a nuove aziende di livello europeo ad alto tasso di innovazione. E proprio attraverso Enry’s Island, Lime5 ha raccolto mezzo milione di euro per startup che operano in vari ambiti, seguendole in tutte le fasi, dalla nascita alla definizione delle strategie di investimento, riuscendo a far lievitare il fatturato del gruppo del 20%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva Bubbles, l'alternativa a Whatsapp nata a Pescara

IlPescara è in caricamento