Brittoli, lasciano il braciere acceso e restano intossicati: coppia di anziani salvata dai carabinieri

L'allarme scattato dalla figlia questa mattina. I genitori non rispondevano da qualche ora al telefono. Ad intervenire sono stati i militari della caserma di Civitaquana

Sfiorata la tragedia a Brittoli, dove il tempestivo intervento dei carabinieri della vicina stazione di Civitaquana questa mattina ha salvato la vita ad una coppia di anziani di 77 e 81 anni, rimasti privi di coscienza dopo aver inalato del monossido di carbonio. Il gas tossico, ricavato dalla brace del camino utilizzata per scaldare l'acqua in bagno, stava provocando la morte lenta dei due coniugi che, storditi e con gravi difficoltà respiratorie, non sono stati in grado di chiamare aiuto e non  hanno risposto alle insistenti telefonate della figlia.

È' stata proprio quest'ultima ad allertare i militari guidati dal comandante Nicola D'Angelo, il quale non ha esitato a sfondare la porta d'ingresso dell'abitazione e aprire le finestre. Il 188 è arrivato sul posto con un'ambulanza e l'elisoccorso per il trasporto urgente dell'uomo all'ospedale di Pescara. La signora, invece, pare non essere in pericolo di vita. A preoccuparsi delle condizioni della coppia, anche il sindaco di Brittoli Gino Di Bernardo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • Pesca illegale lungo il fiume Pescara di cefali, anguille e capitoni: controlli e sanzioni della guardia civile ambientale [FOTO]

Torna su
IlPescara è in caricamento