menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brioni, lavoratori protestano a Pescara contro i 400 licenziamenti

Centinaia di persone hanno partecipato questa mattina al sit in di protesta dei dipendenti Brioni contro i possibili esuberi che rischiano di lasciare a casa quasi 400 lavoratori. "Deve intervenire il Governo"

In piazza per protestare contro i possibili esuberi alla Brioni, che interesseranno i tre stabilimenti dell'area vestina con circa 400 persone che rischiano di rimanere a casa.

Sit in e manifestazione questa mattina dei lavoratori e sindacati in via Passo Lanciano, davanti alla sede della Provincia, per chiedere un intervento immediato a parte degli amministratori locali.

I sindacati però chiedono anche al Governo di bloccare gli esuberi, considerando che si tratta di un'azienda a carattere nazionale, un vanto del Made in Italy che rischia di sparire.

L'assessore regionale Lolli ha fatto sapere che il 16 marzo ci sarà un primo vertice nazionale per discutere della vertenza, annunciando che l'area vestina, come la Val Pescara, rienterà nella legge 181 che tutela le aree industriali in crisi.

In piazza c'erano anche i primi cittadini di Penne, Città Sant'Angelo, Farindola, Montebello di Bertona, Civitella Casanova, Villa Celiera, Loreto Aprutino e Picciano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento