menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Botti di capodanno: sequestrati 4,5 quintali a Città Sant'Angelo

La Guardia di Finanza di Pescara ha sequestrato ieri oltre 4,5 quintali di botti detenuti illegalmente e senza il rispetto delle norme previste dalla legge. I fuochi pirotecnici sono stati rinvenuti all'interno dell'automobile, nell'abitazione ed in una cascina di un uomo di 66 anni di Città Sant'Angelo

La Guardia di Finanza di Pescara, nel corso delle attività di controllo avviate in questi giorni riguardo la detenzione e vendita di fuochi pirotecnici per il Capodanno, ha denunciato ieri un uomo di 66 anni di Città Sant'Angelo, che custodiva circa quattro quintali e mezzo di botti senza le necessarie autorizzazioni.

L'uomo è stato inizialmente fermato dalle fiamme gialle durante un controllo in strada, all'interno della sua autovettura. Qui sono stati ritrovati i primi 40 kg di materiale pirotecnico, detenuti dall'uomo senza autorizzazione.

A quel punto, in finanzieri hanno deciso di proseguire la perquisizione nella sua abitazione ed in una cascina di campagna di proprietà dell'uomo.

I sospetti si sono quindi rivelati fondati: all'interno della cascina sono stati rinvenuti gli altri botti per un totale di circa 800 pezzi.

L'uomo è stato denunciato per fabbricazione e commercio abusivo di prodotti esplodenti.

Nei giorni scorsi, a Pescara, la Polizia aveva sequestrato tre quintali di botti nascosti all'interno di un ripostiglio in un condominio popolare di San Donato.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento