Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Blue Whale: secondo caso a Pescara, ragazzino salvato in tempo dal padre

Secondo caso accertato nel pescarese di Blue Whale, il folle gioco nato dalla rete e dai social che conduce ragazzini al suicidio. Un 15enne pescarese è stato fermato in tempo dal padre che ha chiamato la Polizia

Nuovo caso nel giro di pochi giorni di "Blue Whale" nel pescarese. Dopo la 15enne ricoverata in ospedale ad Ancona, arriva la notizia di un altro 15enne che si era immerso nel folle gioco che conduce ragazzini al suicidio. Per fortuna, però, in questo caso la tragedia è stata evitata grazie al padre intervenuto dopo la segnalazione di un'amica del figlio.

BLUE WHALE ANCHE A PESCARA?

La ragazzina aveva notato strani post su Instagram da parte del 15enne, ed allarmata ha avvisato un'insegnante che si è rivolta immediatamente al padre. Una volta prelevato il figlio fuori da scuola, il ragazzino inizialmente ha negato chiudendosi nel silenzio ma poi l'inquietante scoperta, ovvero il disegno realizzato con dei tagli sul braccio di una balena. Il chiaro "marchio" del Blue Whale che ha portato all'immediato intervento della Polizia ed al sequestro dello smartphone, sul quale ora gli inquirenti avvieranno ricerche per capire come e soprattutto chi ha spinto il ragazzo ferso questo gioco folle. Ora il ragazzino è a casa e sta relativamente bene, e verrà avviato verso un percorso di consluenza psicologica.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blue Whale: secondo caso a Pescara, ragazzino salvato in tempo dal padre

IlPescara è in caricamento