rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca

Blitz della polizia per smantellare la più grande rete di pirateria audiovisiva, coinvolto anche l'Abruzzo

È in corso una vasta operazione della polizia contro lo streaming illegale disposta dalla procura distrettuale di Catania: scoperti 900mila furbetti

È in corso da questa mattina (venerdì 11 novembre) un blitz della polizia contro lo streming illegale.
Sarebbe stata infatti smantellata la più grande rete di pirateria audiovisiva, come riferisce l'Adnkronos.

A disporre l'operazione è stata la procura distrettuale di Catania.

Nello specifico, i centri operativi sicurezza cibernetica della polizia postale stanno eseguendo numerose perquisizioni e sequestri sull’intero territorio nazionale nei confronti degli appartenenti a una associazione per delinquere di carattere transnazionale. L’operazione ha fatto luce sul 70% di streaming illegale nazionale, pari a oltre 900mila  utenti con profitti mensili per milioni di euro.

Tra le città interessate dalle perquisizioni anche L'Aquila, queste le altre: Ancona, Avellino, Bari, Benevento, Bologna, Brescia, Catania, Cosenza, Fermo, Messina, Napoli, Novara, Palermo, Perugia, Reggio Calabria, Roma, Salerno, Siracusa, Trapani e Taranto. Nel corso della mattinata verranno forniti ulteriori dettagli.

In merito all’operazione Gotha condotta della polizia contro la pirateria audiovisiva, l’amministratore delegato di Sky Italia, Andrea Duilio, commenta: «Voglio congratularmi con la Polizia Postale per gli importanti risultati raggiunti con l’operazione “Gotha”, che dimostrano ancora una volta quanto la pirateria sia un fenomeno gestito dalla criminalità organizzata. Sky è, e sarà sempre, al fianco delle forze dell’ordine in questa lotta in difesa dell’industria audiovisiva e a tutela di tutti coloro che si abbonano legalmente».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz della polizia per smantellare la più grande rete di pirateria audiovisiva, coinvolto anche l'Abruzzo

IlPescara è in caricamento