rotate-mobile
Cronaca

Bimbo tenta di guadare il fiume Salinello per arrivare a Pescara

Sulle sue tracce si erano messi i Carabinieri e la polizia locale. E' stato ritrovato sano e salvo e riportato nella casa-famiglia di Tortoreto dove attualmente vive

Voleva tornare a Pescara, a casa dei genitori adottivi, e per questo motivo era fuggito durante la ricreazione, ma è stato ritrovato dalla polizia locale di Tortoreto mentre guadava il fiume Salinello fra i Comuni di Tortoreto e Giulianova.

Protagonista di questa vicenda è un bimbo di 11 anni di origini somale che vive in una casa protetta a Tortoreto. Questa mattina il minore era stato portato regolarmente alla scuola elementare quando, preso forse dalla nostalgia di casa, ha fatto perdere le proprie tracce.

Subito e' scattato l'allarme che ha coinvolto polizia locale, Carabinieri, scuola e l'istituto che gestisce la casa-famiglia. La fuga del bimbo e' durata appena due ore, poi il felice epilogo: i vigili lo hanno rintracciato e recuperato sul fiume. L'undicenne e' stato così portato nuovamente, sano e salvo, nella casa-famiglia.

Il piccolo aveva vissuto l'infanzia inizialmente in un orfanotrofio in Etiopia fino all'adozione da parte dei genitori adottivi di Pescara. Poi era stato affidato alla casa-famiglia. Del caso si dovranno occupare ora i servizi sociali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo tenta di guadare il fiume Salinello per arrivare a Pescara

IlPescara è in caricamento