rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca San Donato

Bimbo nomade morto travolto da un treno: a giudizio genitori e nonno

Sono stati rinviati a giudizio presso la Corte d'Assise di Chieti i genitori ed il nonno di Francesco Spinelli, il bimbo di tre anni morto dopo essere stato travolto da un treno nei pressi della sua abitazione

Rinvio a giudizio per Loreta De Rosa, Virgilio Spinelli e Cristoforo Spinelli, genitori e nonno del piccolo Francesco Spinelli, il bimbo di tre anni morto il 24 maggio 2014 travolto da un treno nella zona della stazione San Marco a San Donato.

Francesco era scappato dall'abitazione di famiglia che si trova a pochi metri dalla ferrovia passando per un buco della recinzione ed aveva iniziato a giocare sui binari. Proprio in quel momento è arrivato il treno che lo ha investito ed ucciso sul colpo.

Per motivi tecnici, il processo non si terrà a Pescara ma a Chieti, presso la Corte d'Assise. L'accusa è di abbandono aggravato dalla morte ed omicidio colposo in concorso.

La prima udienza si terrà il 3 febbraio prossimo. Secondo la Procura, la madre ed il padre avrebbero dovuto sorvegliare il piccolo per evitare che potesse allontanarsi di casa, mente il nonno è copevole di non aver riparato il buco nella recinzione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo nomade morto travolto da un treno: a giudizio genitori e nonno

IlPescara è in caricamento