rotate-mobile
Cronaca

Bimbi intossicati in mensa, l'Aca: "L'acqua è sicura e non c'entra con l'infezione"

L'Aca ha escluso qualsiasi contaminazione derivante dall'acqua potabile utilizzata per preparare i cibi dei bimbi rimasti intossicati nelle mense scolastiche comunali

Nessuna contaminazione dall'acqua. L'Aca, l'azienda idrica che gestisce il servizio a Pescara, esclude l'ipotesi avanzata ieri dalla CIRFOOD riguardante una possibile contaminazione batterica dei cibi derivante dall'acqua potabile.

Nei giorni 4, 5 e 6 giugno la Asl ha effettuato prelievi di acqua potabile, unitamente ai tecnici Aca, presso i centri cottura di via Lago di Borgiano, Via Fonte Romana e nei plessi scolastici interessati, per analisi di routine e batteriologica estesa anche ai batteri Campylobacter e Salmonella, ad oggi ancora in corso di svolgimento. Durante i prelievi è stata riscontrata una concentrazione di cloro residuo pari a circa 0,10 mg/l, valore che rassicura sulla totale assenza di carica batterica nell'acqua in distribuzione

Proprio la presenza di una concentrazione di cloruro sufficiente farebbe escludere qualsiasi contaminazione batterica dell'acqua, compresi i Camplylobacter e Salmonella.

BIMBI INTOSSICATI, LA CIRFOOD PUNTA IL DITO SULL'ACQUA

Intanto l'amministrazione comunale ha convocato una conferenza stampa urgente alle 16 in Comune dove si aggiornerà la cittadinanza sulla questione dell'intossicazione dei bambini, alla quale saranno presenti anche il direttore tecnico dell’Aca Lorenzo Livello, il dottor Antonio Caponetti, direttore dipartimento Prevenzione  Asl di Pescara. L'obiettivo è rassicurare tutti sulla qualità dell'acqua e sui controlli svolti prima e dopo l'intossicazione, una replica diretta dunque alle dichiarazioni proprio della CIRFOOD riguardanti la possibile contaminazione dell'acqua.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbi intossicati in mensa, l'Aca: "L'acqua è sicura e non c'entra con l'infezione"

IlPescara è in caricamento