Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Piazza Italia

Biblioteca Provinciale, secondo giorno di protesta per un 28enne

Come aveva promesso ieri, il 28enne pescarese che lotta contro lo stop del servizio di prestito dei libri della Biblioteca Provinciale è tornato sul posto per proseguire la sua battaglia. Sul posto la Polizia Provinciale

Il 28enne di Pescara che ieri si era barricato all'interno della biblioteca provinciale per protestare contro la chiusura del deposito sotterraneo che impedisce di fatto di riattivare il servizio di prestito libri, è tornato sul posto.

Il giovane, che aveva annunciato di voler proseguire ad oltranza con la sua protesta, ora è sorvegliato dagli agenti della Polizia Provinciale. Se dovesse tornare anche domani verrà diffidato. Il 28enne sta invitando i presenti a prendere i libri del deposito e spostarli in un altro posto.

Il problema, ha spiegato il direttore della biblioteca Fimiani, dura da oltre 20 anni, ed è stato ereditato da questa amministrazione. La soluzione valutata dall'ente dovrebbe costare circa 150 mila euro, e potrebbe diventare operativa non appena verranno reperiti i fondi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biblioteca Provinciale, secondo giorno di protesta per un 28enne

IlPescara è in caricamento