Cronaca Colli

Madonna dei 7 Dolori, continuano le indagini per identificare tutti i protagonisti del gesto dimostrativo

Inquirenti ancora al lavoro a una settimana dal putiferio scatenatosi nella Basilica durante la messa, quando alcuni fedeli hanno deciso di assistere alla funzione senza mascherina, prima di essere fermati all’uscita dalle forze dell’ordine

Continuano le indagini degli inquirenti a una settimana dal putiferio scatenatosi nella Basilica della Madonna dei Sette Dolori, durante la messa. Era lo scorso 26 settembre quando alcuni fedeli hanno deciso di assistere alla funzione religiosa senza mascherina, prima di essere fermati all’uscita dalle forze dell’ordine. Si lavora per identificare tutti coloro che hanno partecipato al gesto dimostrativo.

Finora, infatti, il bilancio è di un arresto (un 40enne pescarese) e 6 denunce di persone provenienti da Pescara e dal Chietino. Per tutti le accuse sono di resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale, rifiuto di fornire le proprie generalità e turbativa di funzione religiosa. Tuttavia si è sempre parlato di un gruppo composto da circa 20 individui che, all'improvviso, si sarebbero abbassati la mascherina invitando anche gli altri fedeli presenti a fare lo stesso.

Per tali ragioni, le verifiche e gli approfondimenti proseguono. Richiamati sia dal parroco sia da altri sacrestani, i "manifestanti" avevano risposto con le minacce. Giunta sul posto una volante della polizia, gli animi si sono subito esasperati perché coloro che si erano abbassati la mascherina rifiutavano di farsi identificare, opponendo resistenza agli agenti. 

Durante questi sette giorni il caso è stato trattato da vari media nazionali (tv compresa) facendo registrare anche la reazione del sindacato di polizia Fsp, del governatore Marsilio e del comitato No green pass. L'Udc, tramite i consiglieri Pignoli e Fiorilli, ha voluto rivolgere "un plauso agli uomini e le donne di polizia, carabinieri e guardia di finanza che sono prontamente intervenuti per sedare gli animi e ricostruire quanto successo dentro e fuori la Basilica. Pur senza entrare nel merito dell’accaduto che è di competenza degli inquirenti, e senza giudicare vax e no vax, ci preme però sottolineare come all’interno di una chiesa i fedeli abbiano il diritto di assistere alla funzione religiosa così come previsto dalle normative anti Covid con l’utilizzo delle mascherine".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madonna dei 7 Dolori, continuano le indagini per identificare tutti i protagonisti del gesto dimostrativo

IlPescara è in caricamento