menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fontanelle e Villamagna, al via il bando di gara per lavori riqualificazione

Entro il 31 agosto saranno accettate tutte le offerte per i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza della viabilità dei quartieri Villamanga e Fontanelle, il maxi-progetto prevede un finanziamento di ben 400 mila euro

Ieri, l'Assessore al Comune per i lavori pubblici Alfredo D'ercole, ha reso noto l'avvio di un bando di gara che prevede la riqualificazione e la messa in sicurezza della viabilità nei quartieri di Villamagna e Fontanelle, con la realizzazione di una rotatoria e di un marciapiede che collegherà la Strada Vecchia Fontanelle a Villamagna utilizzando una sopraelevata di un muro di sostegno. Saranno accettate tutte le offerte entro il 31 agosto.

Il maxi - progetto prevede un finanziamento di ben quattrocento mila euro, che ha lo scopo di realizzare l'opera per ridurre il rischio di incidenti e di fornire ai pedoni una strada per loro percorribile. Inoltre è previsto, sul perimetro della rotatoria, la realizzazione di marciapiedi in betonella che faciliterebbero il passaggio dei pedoni. La realizzazione dei marciapiedi previsti sul lato destro della Strada Vecchie Fontanelle sarà un asse pedonale che salirà in quota sormontando il già presente muro di contenimento, con una ringhiera di ferro zincato e una illuminazione collegata a quella pubblica.

I'Assessore Alfredo D'Ercole specifica che "L'area di intervento è da sempre considerata ad elevata pericolosità per pedoni e automobilisti: parliamo infatti del punto di incrocio tra via Tirino, via Caduti per Servizio e strada delle Casette, un incrocio oggi disciplinato solo dalla segnaletica stradale, in passato teatro di tragici incidenti stradali, tra l'altro parliamo di un asse che nel tratto compreso tra via Tirino e via Caduti per Servizio, sino al semaforo di Fontanelle, è privo, sul lato destro, di un marciapiede e costeggiato da un muro di sostegno di altezza variabile. Per anni i residenti hanno sollecitato l'intervento della passata amministrazione affinchè venissero adottate le misure minime di sicurezza e tutela, interventi che ora il nostro governo ha calato in un progetto organico, che punta a rendere maggiormente fruibili la rete viaria interessata dall'intervento anche attraverso la realizzazione di idonei marciapiedi e di garantire la circolazione carrabile e pedonale capace di ridurre al minimo il rischio di incidenti. La riorganizzazione dell'incrocio attraverso l'inserimento di una rotatoria avrà il compito di migliorare la fluidità dei volumi di traffico, ridurre i carichi inquinanti, la velocità di transito sull'incrocio, migliorare la sicurezza dei transito veicolare e degli attraversamenti pedonali. La rotatoria, come da progetto, sarà posta nel punto di intersezione tra via Tirino, via Caduti per Servizio e via delle Casette, avrà un diametro di circa 30 metri, con ingressi e uscite su una sola corsia, sufficienti per consentire anche il passaggio di mezzi pesanti. Il rondò sarà dotato di verde per dare al sito un carattere più urbano e nell'aiuola centrale, nelle isole spartitraffico e in quelle che costeggiano i marciapiedi verranno messi a dimora degli alberi e arbusti, con relativo impianti di irrigazione automatica e con un impianto di illuminazione adeguato" .


Inoltre aggiunge D'Ercole "Il progetto di riqualificazione prevede anche il rifacimento dell'impianto della pubblica illuminazione su tutta l'area di intervento, della rete di raccolta delle acque bianche e della relativa segnaletica stradale. Complessivamente abbiamo previsto un importo a base d'asta pari a circa 400mila euro: entro il prossimo 31 agosto tutte le imprese interessate potranno presentare la propria offerta, e per il 2 settembre è prevista l'apertura delle buste per poi procedere subito con la consegna di un'opera che giudichiamo strategica e fondamentale per garantire le opportune misure di sicurezza in una zona periferica che la nostra amministrazione intende valorizzare e rilanciare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento