rotate-mobile
Cronaca

Banco Alimentare: colazione a domicilio per gli anziani abruzzesi indigenti

Il progetto, ideato dal Kellogg e Banco Alimentare, prevede la consegna ogni due giorni della colazione a domicilio per circa 700 anziani della nostra Regione che vivono in stato di povertà

Consegnare la colazione a domicilio ad anziani indigenti abruzzesi, al fine di migliorare la loro dieta e di conseguenza anche la loro salute. E' arrivato anche in Abruzzo il progetto “Evviva la colazione” ideato da Kellogg in collaborazione con il Banco Alimentare Abruzzo, che prevede la consegna a domicilio, da parte dei volontari del Banco, della colazione a circa 700 anziani che vivono soli ed in condizioni di povertà, e che spesso rinunciano ai pasti come la colazione, che invece è fondamentale per l'equilibrio metabolico di una persona.

I volontari, inoltre, trascorrono anche del tempo facendo compagnia agli anziani ed ascoltando i loro bisogni e le loro richieste. “Evviva la colazione” ha visto e continuerà anche nel 2018 a vedere i volontari dell’Associazione Banco Alimentare dell’Abruzzo Onlus raccogliere gli alimenti necessari per comporre una colazione varia e bilanciata, cibo che successivamente consegnarle alle strutture caritative locali convenzionate che assistono gli anziani direttamente nelle loro case.

ACCORDO FRA BANCO ALIMENTARE E COMUNE DI PIANELLA

Si stima che nel corso del progetto, che  si protrarrà anche nel 2018, saranno raggiunti 700 anziani in Abruzzo e saranno donati ben 12.000 kg di alimenti, per un totale di oltre 29.000 colazioni. A livello nazionale, saranno invece 134.000 i kg di alimenti raccolti, per un totale di oltre 382.000 colazioni consegnate a circa 9.000 anziani. A loro, viene consegnata anche una guida informativa dedicata alla prima colazione, che sottolinea l'importanza di questo pasto ed i principi base per una nutrizione consapevole e soprattutto efficace.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banco Alimentare: colazione a domicilio per gli anziani abruzzesi indigenti

IlPescara è in caricamento