rotate-mobile
Cronaca

Balneazione: Alessandrini chiede un osservatorio epidemiologico

Il sindaco di Pescara vuole anche l'effettuazione di uno studio comparativo tra i dati sanitari relativi alla stagione balneare 2015 e quelli degli anni precedenti

L'istituzione di un osservatorio epidemiologico e l'effettuazione di uno studio comparativo tra i dati sanitari relativi alla stagione balneare 2015 e quelli degli anni precedenti. La richiesta e' stata fatta al manager della Asl di Pescara, Claudio D'Amario, con una lettera a firma del sindaco Marco Alessandrini e del suo vice Enzo Del Vecchio.

"In qualita' di sindaco - si legge nella nota inviata per conoscenza anche all'assessore alla sanità Silvio Paolucci - avverto fortemente la necessita' di mettere in atto tutte le misure possibili volte a tutelare la salute dei cittadini, creando le opportune condizioni, anche in sinergia con le altre Istituzioni locali competenti in materia sanitaria, finalizzate a scongiurare l'eventualita' di rischi, criticita' o pericoli per la collettività".

Cio' che chiedono sindaco e vicesindaco con l'istituzione di un osservatorio epidemiologico e' di avere "un punto di vista certo e qualificato, in grado di permettere alle Istituzioni di 'cristallizzare' ed esaminare in dati legati alle affezioni di natura batterica relativi all'intera stagione balneare corrente - dal primo giugno al 30 settembre - e che conduca ad un accertamento oggettivo circa le conseguenze eventualmente attribuite alla salute delle persone a seguito della balneazione nel mare pescarese".

"Ritengo sia utile - scrive infine Alessandrini - anche effettuare uno studio comparativo tra i dati sanitari relativi alla corrente stagione balneare e quelli degli anni precedenti, concernenti i ricorsi alle strutture sanitarie per le cure di problematiche riconducibili alla balneazione nelle acque cittadine".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Balneazione: Alessandrini chiede un osservatorio epidemiologico

IlPescara è in caricamento