rotate-mobile
Cronaca

Avvisi di garanzia Rigopiano, Alessio Feniello: "Combatteremo ancora per avere giustizia"

Arriva il commento del padre di Stefano Feniello, morto nella tragedia dello scorso gennaio: "Continueremo a combattere, per quanto ci riguarda mancano ancora altri individui all'appello"

"Dopo tutti questi mesi, finalmente la Procura di Pescara ha individuato i responsabili della morte di Stefano e delle altre 28 vittime. Fa piacere vedere che sono indagati personaggi che fin dall’inizio avevamo indicato come i colpevoli, uno tra tutti l’ex prefetto di Pescara Francesco Provolo. La famiglia Feniello continuerà a combattere per avere giustizia".

Questo il commento di Alessio Feniello, padre di Stefano Feniello, una delle 29 vittime della tragedia di Rigopiano avvenuta lo scorso gennaio. 

"Mi sembra di capire - aggiunge Feniello - che i soggetti che la famiglia Feniello accusa dall'inizio della tragedia hanno tutti delle responsabilità. Ma per quanto ci riguarda mancano ancora altri individui all'appello. Mi sento di chiamare in causa anche il ministro della difesa e il presidente del consiglio".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvisi di garanzia Rigopiano, Alessio Feniello: "Combatteremo ancora per avere giustizia"

IlPescara è in caricamento