Cronaca

Auto incendiate a Sebastiani, parla il Presidente: "Pronto a vendere, ma non ai delinquenti"

Il Presidente del Pescara parla a poche ore dall'attentato incendiario di cui è stato vittima la notte scorsa. "Non ho paura, venderò la società solo a persone serie"

A poche ore dall'attentato incendiario in cui sono state date alle fiamme le sue due automobili, il Presidente del Pescara Calcio Sebastiani commenta la vicenda e torna sulla questione della possibile vendita del Delfino. Sebastiani si è detto profondamente colpito da quanto accaduto ma afferma di non avere paura.

Il presidente in particolare pone l'attenzione sulle voci riguardanti possibili acquirenti che vogliano rilevare le quote della società, ribadendo di accettare le critiche senza però sconfinare nella violenza gratuita. “Se io voglio comprare una cosa, vado a comprare in un negozio e compro un abito, chiedo quant’è, pago e me ne vado. Se poi per comperare l’abito metto fuoco al negozio questa è un estorsione non un acquisto, poi però per queste cose poi ci sono le forze dell’ordine e la magistratura" ha aggiunto Sebastiani, alla domanda se qualcuno abbia potuto "commissionare" l'attentato per spaventarlo ed acquistare il Pescara ad un prezzo estremamente vantaggioso.

INCENDIATE LE AUTO DI SEBASTIANI

Proprio sulla questione cessione è stato molto chiaro: "Siccome ho sempre dato disponibilità e apertura ad eventuali possibili vendite, se poi alle vendite si deve arrivare perché io devo scappare dalla mia città non l’accetto. Io posso lasciare, ma siccome sono legato a Pescara, io lascio a chi è meglio di me, perchè se devo lasciare in mano a dei delinquenti ci metto un minuto. Lo sapete bene cosa succede nel calcio, soprattutto su piazze che non sono importantissime e non sono piazze come Torino, Milano, Roma Bologna, che hanno qualcosina in più dal punto di vista calcistico. Chi viene a Pescara o lo fa perché innamorato del Pescara o magari ha altri intessi, altri discorsi da fare. Io non mi sento di lasciare il Pescara nelle mani di qualcuno che dopo sei mesi riporta le carte in tribunale”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto incendiate a Sebastiani, parla il Presidente: "Pronto a vendere, ma non ai delinquenti"

IlPescara è in caricamento