menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Attiva: Valentinetti auspica un concorso riservato per gli ex lavoratori

L'arcivescovo di Pescara-Penne ha avuto un incontro con Domenico Di Michele, amministratore unico, e Massimo Del Bianco, direttore generale della municipalizzata che gestisce il servizio d'igiene urbana della città

"Ho voluto ascoltare i dirigenti di 'Attiva' per rendermi conto delle possibilita' in campo e chiarire alcune situazioni".

E' questo il commento di monsignor Tommaso Valentinetti all'indomani dell'incontro con Domenico Di Michele, amministratore unico, e Massimo Del Bianco, direttore generale della municipalizzata che gestisce il servizio d'igiene urbana della citta'.

"Penso che sia stato un incontro proficuo - continua l'arcivescovo della diocesi di Pescara-Penne - per tutte e due le parti. Mi hanno assicurato, e non avevo dubbi, che tutto si e' svolto secondo le regole e le leggi e mi hanno spiegato che non e' prevista, secondo la normativa, l'apertura di un nuovo concorso".

Monsignor Valentinetti, pero', ha voluto far sentire anche la sua voce, soprattutto per adempiere all'impegno preso, la scorsa settimana, con le famiglie in difficolta' degli ex dipendenti:

"Come promesso, ho voluto farmi loro portavoce - ha ribadito il presule - e sono certo che una via d'uscita sia possibile. Nel pieno rispetto degli adempimenti legali e' necessario che a questi lavoratori sia data la possibilita' di accedere a un concorso riservato, perche' non si possono lasciare a piedi persone che per circa otto anni hanno prestato servizio, seppur attraverso il lavoro interinale, nella societa' del Comune. Si muovano i dirigenti di 'Attiva', ma facciano la loro parte anche le Istituzioni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento