Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Atti persecutori contro ex moglie e figlio minorenne, misura cautelare per un 40enne

A emettere il provvedimento è stato il Gip del tribunale di Pescara su richiesta della Procura della Repubblica

Atti persecutori compiuti nei confronti dell'ex moglie e del figlio minorenne. 
Questo il motivo per il quale è scattata la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa per un uomo di 40 anni di Cepagatti.

A emettere il provvedimento è stato il Gip del tribunale di Pescara su richiesta della Procura della Repubblica.

A notificare l'emissione di un'ordinanza di sottoposizione alla misura cautelare del divieto di avvicinamento sono stati i carabinieri della Stazione di Cepagatti che si sono anche occupati delle indagini. Il 40enne ha posto in essere atti persecutori nei confronti dell’ex moglie che ha sporto denuncia ai militari dell'Arma che ha riferito di condotte ostili e minatorie realizzate tramite telefonate continue, assillanti Sms e anche pedinamenti subiti nel tempo. Gli stessi atteggiamenti sono stati adottati anche verso il figlio minorenne.

L'uomo, non essendosi mai rassegnato alla fine del matrimonio, già in passato era stato sottoposto a un’analoga misura cautelare, terminata la quale, aveva ripreso a reiterare le condotte vessatorie. Adesso, se decidesse di violare il provvedimento inibitorio per lui scatteranno ulteriori più pesanti misure restrittive.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atti persecutori contro ex moglie e figlio minorenne, misura cautelare per un 40enne

IlPescara è in caricamento