Appicca un incendio in casa, minaccia di dare fuoco al palazzo e perseguita i vicini per mesi, arrestato dai carabinieri

I militari dell'Arma hanno eseguito un'ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Gip del tribunale

Un uomo di 42 anni, già noto alle forze dell'ordine, è stato tratto in arresto dai carabinieri della Stazione di Pescara Principale questa mattina, martedì 6 ottobre.
I militari dell'Arma hanno eseguito un'ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Gip del tribunale.

Il 42enne deve rispondere dei reati di stalking condominiale e incendio.

Il provvedimento è basato sulla richiesta della Procura della Repubblica che ha condiviso le risultanze investigative prodotte dai carabinieri in ordine sia ad alcuni fatti denunciati che agli interventi effettuati nel corso del tempo a seguito di segnalazione al 112, che hanno portato gli investigatori a raccogliere gravi, precisi e concordanti indizi di colpevolezza a carico del reo.

Nel dettaglio, l’arrestato, dall'inizio di agosto a fine settembre scorso, con condotte reiterate nel tempo e con assidua frequenza, ha posto in essere atti persecutori nei confronti dei condomini di un edificio di via Savonarola, girovagando negli spazi comuni in condizioni psicofisiche alterate, a torso nudo ovvero con abiti sporchi, minacciando di dar fuoco allo stabile, chiedendo altresì, in più occasioni, denaro ad alcuni residenti. Spesso ha anche inveito ad alta voce nei confronti di alcuni, ha arrecato disturbo nei confronti dei condomini suonando ripetutamente ai campanelli delle porte e ai citofoni, nonché compiendo atti incendiari tali da cagionare nei confronti di tutti i residenti un perdurante e grave stato di timore e ansia per la propria incolumità personale e per quella dei familiari financo a costringerli ad alterare le proprie abitudini di vita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, nei suoi confronti è scattata anche l’accusa di aver appiccato, lo scorso 29 settembre, volontariamente un incendio che ha interessato i locali dell’appartamento a lui in uso, dando fuoco al letto nonché producendo esalazioni di fumi e odore di bruciato per tutto il palazzo, le cui fiamme sono state poi domate grazie all’intervento dei vigili del fuoco intervenuti. Al termine delle formalità di rito, l’uomo, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato ristretto in una comunità per espletare la misura in atto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vigilessa di Pescara Monica Campoli protagonista a "Forum" [VIDEO]

  • Il Lotto premia l'Abruzzo: grande vincita ad Avezzano

  • Coronavirus, Marsilio sulle possibili chiusure in Abruzzo: "Non lo escludo ma si lavora giorno per giorno"

  • Influenza stagionale e Sars Cov-2, come eseguire la prevenzione nei bambini: le parole del pediatria Silvestre

  • Nuovo Dpcm, scatta la protesta a Pescara: corteo da piazza Muzii fino al Comune

  • Cluster di Covid nella scuola media Rossetti: scatta la chiusura, alunni e personale scolastico in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento