rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Arresto terroristi neofascisti, 8 gli abruzzesi: la "mente" era Rutilio Sermonti

Otto dei quattordici arrestati nell'ambito dell'operazione "Aquila nera" che ha smantellato un'organizzazione terroristica neofascista sono abruzzesi. La "mente" sarebbe il pittore ed intellettuale romano Rutilio Sermonti

Otto dei quattordici arrestati nell'ambito dell'operazione "Aquila Nera", che ha permesso al ROS e alla Procura de l'Aquila di smantellare un'organizzazione terroristica neofascista, sono abruzzesi.

Il procuratore Capo Cardella ha sottolineato come l'organizzazione fosse ben organizzata, sia a livello economico che strategico. Le indagini sono state particolarmente complesse, considerando che sono stati utilizzati anche degli uomini infiltrati per riuscire a ricostruire l'intera rete criminale.

Stefano Manni, residente a Montesilvano e considerato il leader del gruppo, è un ex carabiniere ed in passato ha avuto stretti rapporti col mondo eversivo di estrema destra della fine degli anni '70, in particolare con il gruppo "Ordine Nuovo".

La mente intellettuale sarebbe invece il 92enne Rutilio Sermonti, pittore e scrittore.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresto terroristi neofascisti, 8 gli abruzzesi: la "mente" era Rutilio Sermonti

IlPescara è in caricamento