rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Perseguita e minaccia per anni la ex compagna: arrestato dalla polizia per stalking

In manette è finito un 48enne della provincia di Pescara che ieri si è presentato davanti la palestra dove lavora la donna nonostante il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentato dall'ex compagna

Un 48enne della provincia di Pescara è stato arrestato ieri pomeriggio dalla polizia con l'accusa di stalking. Da anni, infatti, perseguitava e minacciava la ex compagna dopo la fine della loro relazione. Ieri gli agenti della squadra volante sono intervenuti davanti alla palestra di Pescara dove lavora la donna che aveva chiamato il 113 dopo che l'ex compagno si era presentato davanti alla struttura nonostante il divieto di avvicinamento. La donna da tempo aveva manifestato chiaramente l'intenzione di non avere più nessun legame con lui.

La donna ha raccontato agli agenti che la relazione sentimentale, iniziata nel 2016, era stata da subito caratterizzata da eccessi di gelosia da parte dell'uomo descritto come irascibile ed ossessivo, tanto da persuaderla già qualche tempo dopo ad interrompere il legame. L'uomo l'ha perseguitata con telefonate minacciose, messaggi, appostamenti nei luoghi frequentati ed anche episodi di aggressioni fisiche tanto da ricorrere a cure sanitarie.

Nel settembre 2019, la vittima si è rivolta alla Polizia di Stato e il Questore ha emesso il provvedimento dell'ammonimento orale vietando allo stalker di avvicinarsi alla donna, ai luoghi frequentati e di cessare da
ogni condotta persecutoria. Durante il lockdown i comportamenti erano cessati a causa dell'impossibilità di compiere appostamenti ma con il cessare delle restrizioni è tornato a seguirla e nell'ultimo mese aveva ripreso con telefonate, messaggi e mail dal contenuto gravemente offensivo e minaccioso, spaventando ancora di più la vittima e mettendola in una condizione di forte stress emotivo.

Dal 4 novembre l'uomo aveva effettuato più di 100 telefonate alla donna che ha sempre evitato di rispondere, fino a ieri quando l'uomo le ha comunicato di trovarsi davanti alla palestra e intimandole di scendere altrimenti sarebbe entrato all'interno.

La donna, imbarazzata, lo ha raggiunto in strada chiedendogli di andarsene e di lasciarla lavorare in pace, ma l'uomo è rimasto sul posto probabilmente intenzionato ad attendere che finisse il turno di lavoro. A questo punto la vittima ha chiamato il 113 ed ha raccontato tutto ai poliziotti che hanno tratto in arresto e posto agli arresti domiciliari come disposto dall'autorità giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perseguita e minaccia per anni la ex compagna: arrestato dalla polizia per stalking

IlPescara è in caricamento