rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Cronaca Castellamare / Via Leopoldo Muzii, 92

Scippano un’anziana e la fanno cadere a terra: arrestati due marocchini, uno è minorenne

Il fatto si è verificato in via Leopoldo Muzii. Ieri pomeriggio i Carabinieri del Nor di Pescara e di Pescara Scalo hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di rapina impropria, un 18enne e un minorenne

Ieri pomeriggio i Carabinieri del Nor di Pescara e di Pescara Scalo hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di rapina impropria, Badr Eddine Allagui, 18enne, e un minorenne, entrambi originari del Marocco. 

I due ragazzi, intorno alle 13, hanno avvicinato alle spalle un’anziana signora che stava passeggiando in via Leopoldo Muzii e, dopo averla spinta con violenza facendola cadere a terra, le hanno strappato la borsa che teneva a tracolla. La malcapitata, a seguito del vigliacco gesto, ha chiesto aiuto ai passanti che prontamente hanno richiamato l’attenzione di una pattuglia delle “gazzelle” dell’Arma che stava transitando proprio in quella strada. 

Il rapido intervento dell’equipaggio, che ha inseguito a piedi i malfattori per un lungo tratto, ha consentito di acciuffare i due stranieri e recuperare il maltolto, consistente nella somma in contanti di circa 200 euro e documenti vari. Tutto è stato restituito alla vittima. La donna, nella caduta, ha riportato lievi lesioni.

Al termine delle operazioni il maggiorenne è stato ristretto presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale Carabinieri di Pescara in attesa di rito direttissimo, mentre il minorenne presso il Carcere Minorile de L’Aquila; le udienze, entrambe svolte nella mattinata odierna, si sono concluse con la convalida dell’arresto per entrambi e per il maggiorenne con l’applicazione della misura degli arresti domiciliari, mentre per il minorenne quella della custodia in una comunità dell’aquilano. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scippano un’anziana e la fanno cadere a terra: arrestati due marocchini, uno è minorenne

IlPescara è in caricamento