menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchiava una connazionale e la faceva prostituire: arrestata cinese

Una cinese residente in via Matese è stata arrestata dai Carabinieri con l'accusa di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. Minacciava e picchiava una connazionale obbligandola a prostituirsi

Una cinese residente in via Matese è stata arrestata dai Carabinieri con l'accusa di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.

I militari del Nucleo Investigativo hanno effettuato un blitz nell'appartamento in cui sono state trovate 3 cittadine cinesi: una di loro ha raccontato di essere stata obbligata dall'arrestata a prostituirsi, pagando una cifra notevole destinata sia al pagamento dell'affitto che alla pubblicazione di annunci per attirare clienti nell'appartamento.

Ha inoltre dichiarato di essere stata picchiata quando ha espresso la volontà di voler andare via dall'Italia.

Una terza donna invece è stata denunciata per favoreggiamento. L'arrestata si trova in carcere a Chieti, mentre la vittima è stata curata in ospedale. Denunciato anche il proprietario dell'appartamento per favoreggiamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento