rotate-mobile
Cronaca

Evade dai domiciliari e prende a pugni passanti e poliziotti, arrestato

In manette un giovane di 27 anni che era agli arresti domiciliari in via Tavo nel rione di Rancitelli, in casa trovata anche della droga

Un uomo è stato tratto in arresto nel pomeriggio di ieri, giovedì 18 ottobre, a Pescara.
Nello specifico, gli agenti della Squadra Volante, sono intervenuti in via Tavo nel rione di Rancitelli a causa di una violenta lite in strada con il coinvolgimento di più persone.

I poliziotti si sono trovati di fronte la scena che vedeva diverse persone inveire contro un uomo affacciato al balcone di casa, S.V., un 27enne già noto alle forze dell'ordine e agli arresti domiciliari.

Il giovane di 27 anni, che di recente era stato dimesso dal reparto di psichiatria pescarese e ristretto presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare, ha poi improvvisamente deciso di scendere minacciando e aggredendo a pugni prima uno dei giovani con i quali stava discutendo e subito dopo anche i poliziotti che hanno provato a bloccarlo. 

Gli agenti sono però riusciti a fermarlo e ad allontanarlo evitando un possibile linciaggio da parte del folto numero di persone che nel frattempo gli si era raggruppato intorno. I poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo hanno poi deciso di eseguire una perquisizione domiciliare rinvenendo vari ritagli di cellophane utilizzati per confezionare dosi di stupefacente, 4 grammi di cocaina ed 1 bilancino di precisione.

Per questa ragione è scattato l'arresto in flagranza di reato per evasione, resistenza e minacce a pubblico ufficiale nonché per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. 
Il 27enne è stato poi accompagnato al carcere di San Donato a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari e prende a pugni passanti e poliziotti, arrestato

IlPescara è in caricamento