menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara, due rapine in pochi minuti: arrestato dalla Polizia

Un pregiudicato di 32 anni è stato arrestato ieri sera con l'accusa di rapina aggravata. L'uomo, nonostante gli arresti domiciliari, è evaso ed ha rapinato diversi automobilisti

Nonostante gli arresti domiciliari, è uscito di casa in cerca di denaro, ed ha rapinato diversi automobilisti in pochi minuti.

Emiliano Serafini, 32 anni, pescarese, è stato arrestato ieri sera dalla Polizia mentre si trovava all'angolo fra via Palermo e via Lucania. E' accusato di rapina aggravata, oltraggio, minacce e resistenza a Pubblico Ufficiale, danneggiamento aggravato.

Erano circa le 22, quando l'uomo è uscito di casa con l'obiettivo di racimolare denaro in modo facile e veloce. Con un coltello da sub in mano, ha iniziato a fermare le auto lungo la strada, nella zona di via Nicola Fabrizi, con l'obiettivo di rapinare le persone all'interno dei veicoli.

Inizialmente ha tentato di rapinare un giovane che però è riuscito a ripartire con l'auto prima di essere bloccato e minacciato.

Il secondo episodio è avvenuto poco dopo sempre in via Tasso: questa volta il balordo è riuscito nel suo intento, ed ha rapinato una coppia di 40enni, chiedendo all'uomo di ricevere tutto il denaro che aveva con sè, dopo aver puntato il coltello alla gola della moglie.

Il terzo episodio è avvenuto sempre in via Tasso: a bordo dell'auto c'erano tre giovani fra i 20 e 25 anni, che, avendo visto la rapina compiuta poco prima, sono riusciti ad evitare il rapinatore e sono fuggiti.

L'ultimo episodio, infine, è avvenuto in via Tassoni, dove Serafini ha rapinato un 50enne.

Il bottino complessivo delle rapine è stato di 90 euro.

Nel frattempo diverse Volanti della Polizia erano state allertate ed erano arrivate in zona. Alla vista degli agenti, il rapinatore ha cercato di nascondersi dietro un'auto, ma è stato identificato. Dopo una breve fuga, è stato bloccato dopo che aveva minacciato i poliziotti con il coltello.

Una volta in Questura, l'arrestato ha danneggiato anche una porta degli uffici.

L'uomo era agli arresti domiciliari per delle rapine compiute in centro, in alcuni negozi, nel mese di ottobre del 2009.

 

AGGIORNATO ALLE 14,20 DEL 28 LUGLIO 2010

 

 

La Polizia di Pescara ha arrestato un uomo, già ai domiciliari, in quanto responsabile di diverse rapine compiute in zona. Ulteriori dettagli più tardi nel corso di una conferenza stampa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento