menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dà in escandescenze, arresto con placcaggio in pieno centro

In manette un pugliese senza fissa dimora in stato di ebbrezza molesta. Il sindaco: “Grazie agli uomini e donne della Municipale per la presenza e la tutela della sicurezza cittadina”

Nella giornata di oggi la Polizia Municipale ha arrestato un uomo che dava in escandescenze fra la folla della maratona dannunziana in corso a piazza della Rinascita. Si tratta di un pugliese di 43 anni, residente a Brindisi ma senza fissa dimora e già noto alle forze dell'ordine perché destinatario di un foglio di via da parte della Questura. Ad eseguire l'arresto è stato il maggiore Matteo Silvestris, coadiuvato dagli agenti Fabrizio Dei Rocini e Tiziana Pavone della pattuglia del Servizio Sicurezza Stradale di cui è il responsabile, che erano a supporto della manifestazione sportiva.

"Voglio rendere onore al maggiore e agli agenti che hanno portato a termine l'arresto perché ancora una volta hanno dimostrato la dedizione e lo spirito di servizio che anima la nostra Polizia Municipale, che ha agito anche in questo caso specifico come vera e propria forza dell'ordine – così il sindaco Marco Alessandrini titolare della delega alla Polizia Municipale – L'uomo era in evidente stato di ebbrezza molesta, perché ha seminato paura e apprensione tra la gente radunata in piazza per la Maratona Dannunziana, aggredendo i passanti che gli capitavano a tiro e senza una ragione".

Ad avvisare il maggiore è stata una donna che poco prima era stata spaventata dall'uomo mentre era con la nipotina. Gli agenti lo hanno individuato e Silvestris ha operato l'arresto mentre l'uomo faceva resistenza, colpendolo con calci e pugni, sfidandolo e inveendo contro di lui in ogni modo, finché non è stato placcato, immobilizzato a terra e finalmente ammanettato, il tutto con l'ausilio anche di un'altra pattuglia chiamata sul posto a supporto degli agenti.

Una volta consegnato alle forze dell'ordine si è scoperto che il pugliese era già noto alla giustizia per essere stato arrestato poco tempo fa a causa della violazione del provvedimento di via a suo carico da parte della Questura. Ora è recluso nella casa circondariale di San Donato.

"Agli agenti - ha aggiunto Alessandrini - va un ringraziamento anche per il modo in cui è stato operato l'arresto, in quanto hanno agito con il supporto della cittadinanza e a tutela della stessa, in modo tempestivo e pronto. Il corpo sta facendo un'azione di grande impegno sull'ordine pubblico del territorio cittadino, operando su emergenze come questa odierna e monitorando le zone più sensibili della città a tutela del decoro e dell'incolumità pubblica, come Piazza Muzii, dove sono entrate in vigore nuove regole contro il degrado, provvedimenti che stanno facendo il loro corso grazie alla collaborazione con esercenti e residenti, ma soprattutto grazie a una maggiore e più evidente presenza da parte della Polizia Municipale, che coadiuva l'azione dell'Amministrazione con turni ad hoc e uomini perché la sicurezza in città sia percepita e costantemente assicurata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento