menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violenta e sequestra l'ex: arrestato ad Ascoli un pescarese

Un operaio pescarese è stato arrestato dalla Squadra Mobile di Ascoli Piceno in quanto ha sequestrato, violentato e minacciato la propria ex fidanzata

Un operaio di 37 anni di Pescara è stato arrestato dalla Squadra Mobile di Ascoli Piceno in quanto ha sequestrato, minacciato e violentato ripetutamente la propria ex.

L'uomo, che in passato era stato sposato ed era stato denunciato dall'ex moglie per lo stesso genere di reati, non accettava la fine della relazione con l'ex compagna, residente ad Ascoli, sospettando che avesse un nuovo compagno.

Da tempo la minacciava e tormentava con sms e telefonate, e la vittima aveva denunciato il tutto alla Questura.

Lo scorso 23 giugno, l'uomo ha atteso che la donna fuori dal posto di lavoro, e con la forza le ha rubato il cellulare e le chiavi di casa, costringendola a seguirlo in un luogo isolato, dove l'ha picchiata e violentata ripetutamente, manifestando la volontà di metterla incinta: "Ti metto incinta così sarai per sempre mia".

Il giorno seguente, l'uomo, dopo averla riaccompagnata a casa, è andato al lavoro. A quel punto la vittima è riuscita a chiedere aiuto ed è andata in ospedale per farsi curare.

La Polizia lo ha intercettato ed arrestato dopo che aveva effettuato centinaia di chiamate ed inviato sms minatori alla vittima. Era anche riuscito a scoprire il nuovo domicilio della donna, ma gli agenti lo hanno fermato prima che potesse compiere altre violenze.

Dovrà rispondere di violenza sessuale, sequestro di persona, furto, resistenza, lesioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento