menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In manette a Pescara il boss della camorra Salvatore Puccinelli

Un arresto eccellente quello messo a segno dai Carabinieri di Pescara nell'ambito dell'operazione Neapolis. In manette Salvatore Puccinelli, detto "Totore Straccetta", boss del Rione Traiano di Napoli

carabiUn'indagine particolarmente complessa e lunga quella portata a termine dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Pescara, che con i 18 arresti dell'operazione "Neapolis" hanno dato un duro colpo al traffico di stupefacenti fra la Campania e la nostra Regione.

In manette è finito Salvatore Puccinelli, detto Totore Straccetta, 55enne capo del clan camorristico del Rione Traiano, assieme alla moglie ed al figlio. L'uomo si trovava in regime di Sorveglianza Speciale a Montesilvano, dov'era residente.

Grazie ad appostamenti, intercettazioni ed osservazioni i militari, coordinati con la magistratura della D.D.A de L'Aquila, hanno ricostruito l'intero organigramma dell'associazione a delinquere, eseguendo alcuni arresti, fra cui quelli di un latitante di Napoli ed altri due arresti in flagranza di reato per spaccio.

Sono stati accertati circa 50 episodi di spaccio al dettaglio, solo fra il settembre 2009 ed il febbraio 2010, riguardanti spacciatori locali, nodi terminali della filiera della droga che aveva il vertice proprio nell'organizzazione camorristica di Puccinelli.

Un'operazione importante che ha sgominato un canale molto attivo di spaccio nel territorio abruzzese e pescarese, che dimostra però come la camorra e la malavita napoletana tentino in modo deciso di infiltrarsi sul territorio della nostra Regione.

IL VIDEO DELL'OPERAZIONE NEAPOLIS

TUTTI GLI ARRESTATI

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento