rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Anche un secondo detenuto evaso dal carcere di Foggia si costituisce a Pescara

Si chiama Maurizio Ciociola e fa parte dei 72 detenuti che erano fuggiti dal carcere di Foggia dopo l'evasione a seguito della protesta avvenuta il 9 marzo

Anche un secondo detenuto che fa parte del gruppo di evasi dal carcere di Foggia si è costituito a Pescara. Si tratta di Maurizio Ciociola, 33 anni originario di San Giovanni Rotondo, finito in manette ed attualmente recluso nel carcere di San Donato. Ciociola, conosciuto dalle forze dell'ordine per reati gravi come tentato omicidio, detenzione di stupefacenti e di materiale esplosivo essendo stato trovato in possesso di un kg di tritolo e ricercato per aver aggredito ed esploso dei colpi di pistola nei confronti di un 23enne di Manfredonia.

DETENUTO EVASO A FOGGIA SI COSTITUISCE A PESCARA

L'evasione era avvenuta il 9 marzo, quando nel carcere del capoluogo foggiano era fuggito dopo la violenta rivolta scattata da parte dei detenuti per l'emergenza Coronavirus, durante la quale erano fuggiti in tutto 72 detenuti, 50 dei quali subito rintracciati ed arrestati nel giro di poche ore. Nella zona del carcere avevano seminato il panico tanto da costringere un supermercato alla chiusura, ed era fin da subito scattata la caccia all'uomo con centinaia di uomini delle forze dell'ordine in azione supportati anche dagli elicotteri.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche un secondo detenuto evaso dal carcere di Foggia si costituisce a Pescara

IlPescara è in caricamento