menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mette a segno una rapina ed evade dai domiciliari, arrestato e rinchiuso in carcere

Per questi motivi l'altro ieri, venerdì 31 maggio, la polizia di Stato ha arrestato di nuovo O.O., un ragazzo di nazionalità nigeriana di 27 anni

Prima, lo scorso 20 maggio, è stato tratto in arresto per il reato di rapina impropria e sottoposto agli arresti domiciliari, poi quattro giorni dopo, il 24 maggio, era stato sorpreso nei pressi del Terminal Bus di Pescara Centrale e arrestato per il reato di evasione.
Per questi motivi l'altro ieri, venerdì 31 maggio, la polizia di Stato ha arrestato di nuovo O.O., un ragazzo di nazionalità nigeriana di 27 anni.

A disporre la misura cautelare di aggravamento, eseguita dagli agenti della Squadra Volante, è stato il tribunale di Pescara.

Questa la ricostruzione dei fatti: il 20 maggio, il nigeriano, all’esito dell’udienza di convalida dell’arresto operato dalla Squadra Volante per rapina impropria, era stato sottoposto agli arresti domiciliari; tuttavia, il 24 maggio, era stato sorpreso nei pressi del Terminal Bus di Pescara Centrale e, pertanto arrestato per il reato di evasione. Dopo l’ennesima udienza di convalida O.O. è stato nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari e ricondotto nella sua abitazione.

Nel frattempo, gli agenti della Squadra Volante hanno chiesto e ottenuto dal Tribunale di Pescara l’aggravamento della misura degli arresti domiciliari già in atto, tenuto conto delle violazioni poste in essere dal 27enne e , ieri pomeriggio, sabato 1 giugno, hanno dato esecuzione all’ordinanza portando il nigeriano in carcere a Pescara.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento