rotate-mobile
Cronaca

Ai domiciliari apre la porta ai carabinieri per il controllo dopo essere rientrato in casa dalla finestra, arrestato per evasione

Il giovane non ha risposto al citofono per diverso tempo e ha aperto ai militari dell'Arma dopo aver fatto rientro in casa passando da una casa

Un giovane di nazionalità rumena residente a Pescara è stato tratto in arresto dai carabinieri per il reato di evasione.
I fatti risalgono allo scorso 10 gennaio quando il ragazzo era sottoposto agli arresti domiciliari nella propria casa.

I militari dell'Arma, nel corso di un controllo preordinato, hanno citofonato più volte senza ricevere risposta.

Il giovane ha poi aperto la porta solo dopo svariati tentativi. Per questa ragione i carabinieri, analizzando più approfonditamente la situazione che si era delineata, e avuta anche contezza di strani movimenti/rumori provenire dal retro dell’abitazione prima che l’uomo aprisse la porta, dopo un accurato sopralluogo hanno appurato che il reo, nel tentativo di eludere il controllo (e dunque fingere così la sua presenza dentro casa), si era poco prima arrampicato da un balcone grazie al quale era riuscito a rientrare nell’appartamento da una finestra adiacente lasciata appositamente aperta.

È così scattata la denuncia all’autorità giudiziaria con richiesta di aggravamento della misura cautelare in atto, questa mattina, lunedì 18 gennaio, sono scattate le manette ed è stato accompagnato in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ai domiciliari apre la porta ai carabinieri per il controllo dopo essere rientrato in casa dalla finestra, arrestato per evasione

IlPescara è in caricamento