Cronaca

Pretende il pieno di benzina per due auto e minaccia e aggredisce gli addetti di un distributore, arrestato per estorsione

A essere arrestato è stato P.F., 68enne pescarese, con l'accusa di estorsione

Un uomo è stato tratto in arresto nel pomeriggio di ieri, venerdì 27 settembre, a Pescara dalla polizia.
A essere arrestato è stato P.F., 68enne pescarese, con l'accusa di estorsione.

La vicenda inizia 3 giorni prima quando il 68enne ha lasciato in sosta di notte la propria automobile all'interno di un'area di servizio di Porta Nuova.

Dato che il veicolo sostava anche sopra ai tubi del rifornimento del distributore era stata rimossa e contravvenzionata dalla polizia municipale. L'uomo, invece di chiedere scusa per aver lasciato l'auto parcheggiata dove non poteva ha ben pensato di dare la colpa ai dipendenti del distributore costringendoli, con minacce di gravi ritorsioni a risarcirlo facendogli il pieno di carburante all'auto.
Ma il 68enne, evidentemente non ancora soddisfatto, ieri è tornato nell'area di servizio pretendendo il pieno anche per una seconda vettura con tanto di aggressione contro il personale dell'esercizio. A quel punto è stato richiesto l'intervento del 113 e sul posto sono giunti gli agenti della Squadra Volante della Questura che, dopo aver ricostruito i fatti, hanno arrestato il 68enne in flagranza di reato. 

Questa mattina l’arrestato è stato condannato alla pena patteggiata di 2 anni di reclusione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pretende il pieno di benzina per due auto e minaccia e aggredisce gli addetti di un distributore, arrestato per estorsione

IlPescara è in caricamento