menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cocaina e coltello nascosti nel giubbino, arrestato un uomo residente a Pescara

A finire in manette è stato un cittadino di nazionalità albanese di 36 anni residente a Pescara

Nascondeva nel giubbino la droga ma è stato sorpreso e arrestato a Sambuceto dai carabinieri.
A finire in manette è stato un cittadino di nazionalità albanese di 36 anni residente a Pescara.

Il 36enne è stato fermato ieri pomeriggio, venerdì 17 maggio, alle ore 15:15 da una pattuglia in borghese del Nucleo Operativo e Radiomobile di Chieti nel corso un servizio mirato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nella zona dei centri commerciali. 

I millitari dell'Arma hanno notato uno scambio anomalo e frettoloso tra due uomini con uno che risale in macchina e riparte sgommando, mentre il secondo, dopo essersi infilato qualcosa in tasca risale a bordo della propria automolbile. A quel punto i carabinieri intervengono per bloccarlo, ma l’uomo, a conferma del fatto che aveva qualcosa da nascondere, inserisce la retromarcia pronto a scappare e solo la prontezza di riflessi dei militari ne impedisce la fuga.

L’uomo, C.L. un albanese di 36 anni residente a Pescara, nascondeva nella tasca del giubbino circa 85 grammi di cocaina appena acquistata, nonché un coltello con una lama di 15 centimetri. A questo punto è scattata la perquisizione nell’appartamento del 36enne che ha però dato esito negativo. Ma il sostituto procuratore, Lucia Anna Campo, vista l’ingente quantità di stupefacente acquistata che sarebbe poi fruttata sul mercato almeno 5mila euro, ha disposto immediatamente l’arresto.
C.L. è stato così accompagnato in carcere a Madonna del Freddo in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento