Cronaca

Detenuto del carcere di Pescara in semilibertà, beccato con dei gioielli rubati aggredisce i carabinieri: arrestato

In manette è finito un 48enne di Chieti che si trovava a Roma ed ha tentato la fuga quando ha visto un posto di blocco, aggredendo anche i militari con calci e pugni

Un 48enne di Chieti, detenuto in regime di semilibertà nel carcere di Pescara per vari reati, è stato arrestato a Roma per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e denunciato a piede libero per ricettazione.

L'uomo si trovava nella capitale nella zona delle case popolari fra via Molfetta e via Ugento e stava camminando a piedi quando ha notato un posto di controllo dei carabinieri e alla vista dei militari si è dato alla fuga. I carabinieri lo hanno seguito e raggiunto, e a quel punto l'arrestato, che deve scontare una serie di pene per reati come furto, rapina e ricettazione, ha aggredito i militari con calci e gomitate.

Con sè aveva dei gioielli di cui non ha saputo giustificare la provenienza. Ora si trova in carcere e le indagini cercheranno di risalire ai legittimi proprietari dei gioielli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto del carcere di Pescara in semilibertà, beccato con dei gioielli rubati aggredisce i carabinieri: arrestato

IlPescara è in caricamento