rotate-mobile
Cronaca

Arresto De Fanis, l'assessore e la segretaria non rispondono al GIP

Non ha risposto alle domande l'assessore alla cultura della Regione Luigi De Fanis, arrestato la scorsa settimana con l'accusa di peculato e concussione. Anche la sua segretaria Lucia Zingariello si è avvalsa della stessa facoltà

Non hanno risposto alle domande davanti al GIP Luigi de Fanis, assessore alla cultura della Regione e la sua segretaria Lucia Zingariello, arrestati nell'ambito dell'inchiesta "Vate" condotta dal Corpo Forestale e che ha portato anche all'obbligo di dimora per altre due persone.

Secondo l'accusa, De Fanis con la collaborazione della segretaria avrebbe ricevuto e richiesto tangenti in cambio dell'approvazione di alcuni progetti culturali proposti da associazioni da parte del suo assessorato.

Ha invece risposto alle domande Ermanno Falone, di "Abruzzo antico", che secondo il suo legale avrebbe chiarito la sua posizione essendo estraneo ai fatti contestati.

Per la Procura, De Fanis avrebbe anche utilizzato fondi della Regione per scopi privati, come cene, soggiorni e bottiglie di champagne. L'inchiesta è partita dopo le rivelazioni dell'imprenditore Andrea Mascitti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresto De Fanis, l'assessore e la segretaria non rispondono al GIP

IlPescara è in caricamento