rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Cronaca

Viaggia su un'auto rubata e fugge alla vista dei carabinieri, arrestato dopo inseguimento

I carabinieri di Pescara hanno tratto in arresto Enrico Fanesi, 38enne pescarese, per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli

Serata movimentata quella di ieri per i carabinieri di Pescara che hanno tratto in arresto Enrico Fanesi, 38enne pescarese già noto alle forze dell'ordine.
In particolare, l'uomo è stato arrestato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale.

I fatti sono iniziati intorno alle ore 21 di ieri, lunedì 10 dicembre, quando i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pescara, durante un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione di reati in genere, hanno incrociato una Lancia Y10 in via Lago di Capestrano, nel rione Rancitelli.

Alla vista della pattuglia, la vettura ha improvvisamente accelerato l'andatura. Apparsa strana come manovra, i militari dell'Arma hanno deciso di fare inversione di marcia e di intimare l'alt alla Y10. Ma la risposta non è stata quella sperata: l'uomo alla guida del veicolo ha accelerato ancora con più forza fuggendo. È scattato così un inseguimento proseguito in via Tiburtina dove il 38enne, sentitosi ormai braccato, ha lasciato l'auto sul ciglio della strada provando una fuga a piedi.

Ma i carabinieri si sono messi subito sulle sue tracce e dopo qualche decina di metri lo hanno raggiunto bloccandolo in modo definitivo. Portato in caserma, dai successivi accertamenti è emerso come l’automobile a bordo della quale viaggiava fosse oggetto di furto, perpetrato qualche ora prima nella zona dei Colli.
Dalla perquisizione veicolare, i militari hanno trovato due "spadini”, cioè parti di chiavi metalliche limate all’estremità in modo da poter essere utilizzate per forzare il blocchetto di avviamento delle auto.

Per queste ragioni il 38enne è stato arrestato e ristretto nella propria casa in regime di arresti domiciliari in attesa di rito direttissimo: dovrà rispondere anche dei reati di ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggia su un'auto rubata e fugge alla vista dei carabinieri, arrestato dopo inseguimento

IlPescara è in caricamento