Cronaca

Buchi da migliaia di euro nelle sue scuole, arrestata preside pescarese

È quella per la quale ieri mattina, lunedì 16 dicembre, è stata tratta in arresto Gabriella D'Agostino, una donna di 69 anni di Pescara da anni residente a Milano

Una condanna a 5 anni di reclusione per bancarotta fraudolenta.
È quella per la quale ieri mattina, lunedì 16 dicembre, è stata tratta in arresto dai carabinieri Gabriella D'Agostino, una donna di 69 anni di Pescara da anni residente a Milano

La D'Agostino, come riferisce MilanoToday, pur cercando di non dare troppo nell'occhio era ufficialmente ricercata da una decina di giorni.

La 69enne, stando a quanto accertato dalle indagini e dai giudici, nel 2012 avrebbe svuotato i conti correnti di un istituto recupero anni scolastici di Milano sparendo nel nulla. O almeno provandoci. Perché nel maggio 2018 la D'Agostino era diventata di nuovo "famosa" finendo sui giornali e in televisione per una storia praticamente fotocopia. 

Nel caso dell'istituto Queen di Milano, offerta, laboratori e attività che ai genitori di 31 studenti erano costate rette tra i 6mila e i 9mila euro ciascuno, ma a fine 2017 la scuola aveva improvvisamente chiuso i battenti, gli arredi e tutti i materiali erano spariti - probabilmente per essere poi rivenduti - e la stessa sorte era toccata ai soldi investiti dai genitori, alcuni dei quali avevano fatto finanziamenti per sostenere le spese. 

Per ulteriori dettagli proseguire la lettura su MilanoToday.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buchi da migliaia di euro nelle sue scuole, arrestata preside pescarese

IlPescara è in caricamento