Arrestati dalla polizia i responsabili della rapina in strada avvenuta in via Lago di Capestrano

In manette sono finite due persone che hanno messo a segno la rapina in strada lo scorso 9 settembre

La polizia di Pescara, con la squadra volante, ha arrestato ieri pomeriggio A.A.M. 23enne spagnolo e T.R.34enne tunisino, in quanto responsabili della rapina in strada avvenuta lo scorso 9 settembre in via Lago di Capestrano. Entrambi senza fissa dimora e noti alle forze dell'ordine per reati contro la persona e il patrimonio, avevano aggredito un passante e gli avevano portato via lo smartphone ed il portasigarette in metallo, minacciandolo con un coltello.

Blocca uno scippatore e lo fa arrestare, 32enne eroico a Rancitelli 

Grazie alle descrizioni fornite dalla vittima gli agenti si sono subito messi alla ricerca dei responsabili individuando in un canneto T.R. poi riconosciuto dall'uomo rapinato. Le ulteriori indagini, grazie ad identificazione con individuazione fotografica, hanno poi portato ad A.A.M. Entrambi sono stati denunciati per rapina aggravata in concorso ed arrestati con custodia cautelare in carcere ed ora si trovano nella casa circondariale di Vasto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Carenza di vitamina D: 10 alimenti per integrarla e rafforzare il sistema immunitario

  • L'Abruzzo rimane zona rossa, tutte le regioni restano nell'attuale fascia di appartenenza

Torna su
IlPescara è in caricamento