Inchiesta Grandi Eventi, revocati gli arresti domiciliari a Di Pietrantonio e Di Carlo

Dunque il segreterio cittadino del Pd e l'ex assessore della giunta Alessandrini tornano in libertà su decisione del Gip (giudice per le indagini preliminari) Elio Bongrazio del tribunale di Pescara

Revocati gli arresti domiciliari a Moreno Di Pietrantonio e Simona Di Carlo indagati nell'ambito dell'inchiesta riguardante i grandi eventi e un concorso Asl.
Dunque il segreterio cittadino del Pd e l'ex assessore della giunta Alessandrini tornano in libertà su decisione del Gip (giudice per le indagini preliminari) Elio Bongrazio del tribunale di Pescara.

Bongrazio ha accolto, nel caso di Di Pietrantonio la richiesta del suo legale, Anthony Aliano, mentre nel caso della Di Carlo ha risposto positivamente all'istanza della Procura presentata dal Pm (pubblico ministero) Luca Sciarretta. 

Per entrambi, la misura cautelare degli arresti domiciliari è stata sostituita con la sospensione dell'esercizio di un pubblico ufficio. Delle indagini riguardanti l'inchiesta, che hanno portato agli arresti dello scorso 9 luglio, si è occupata la guardia di finanza. Ai domiciliari finirono anche l'altro ex assessore Giacomo Cuzzi, che ha deciso di rispondere all'interrogatorio di garanzia, e gli imprenditori Andrea Cipolla e Cristian Summa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per il Tg1 l'Abruzzo diventa "#zonarozza": la gaffe spopola sul web

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Ha i sintomi del Covid dopo la positività del coinquilino ma il tampone arriva dopo 20 giorni, il racconto di un pescarese

  • La cabina di regia mette l'Abruzzo in zona rossa, c'è l'annuncio di Speranza

Torna su
IlPescara è in caricamento