Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Cinque arresti e un divieto di avvicinamento eseguiti dai carabinieri nel corso dei controlli del fine settimana

Maxi operazione di controllo del territorio da parte dei militari dell'Arma nell'ultimo fine settimana

Cinque persone tratte in arresto e una alla quale è stata notificata una misura del divieto di avvicinamento alla parte offesa.
Questo il bilancio dei controlli eseguiti dai carabinieri del comando provinciale di Pescara nel corso dell'ultimo fine settimana.

Venerdì, a Spoltore, i carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto G.M., 58enne del luogo in quanto deve scontare la pena di 8 mesi e 19 giorni di reclusione in regime di detenzione domiciliare dopo essere stato riconosciuto colpevole dei reati di tentata rapina e porto abusivo di armi, in relazione a fatti commessi a Pescara a novembre 2015.

Lo stesso giorno a Città Sant’Angelo è stato arrestato M.A. 31enne del luogo, che deve scontare la pena di 4 anni e 2 mesi di reclusione poiché riconosciuto colpevole dei reati di estorsione e violenza sessuale di gruppo in relazione a fatti commessi nelle provincie di Teramo e Chieti nell’anno 2010, l’arrestato al termine delle formalità di rito è stato accompagnato nel carcere di Lanciano.

In serata i carabinieri di Popoli hanno notificato a un residente la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla moglie a seguito di reiterate condotte di maltrattamenti in famiglia.

Sabato mattina, a Montesilvano i militari del Norm di Penne hanno dato esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Pescara, traendo in arresto un 29enne del luogo. L’uomo era stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza con obbligo di permanenza notturna in abitazione a giugno di quest’anno, poiché indagato dai carabinieri di Montesilvano per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti; le violazioni delle prescrizioni connesse alla predetta misura cautelare hanno originato la nuova misura. L’arrestato è stato trasferito nel carcere di Lanciano.

A Pescara, domenica notte, i carabinieri del Norm hanno tratto in arresto un 49enne pescarese, sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, poiché in violazione dell’obbligo di permanenza notturna in abitazione dopo un controllo in via Tiburtina. L’uomo è stato riportato in casa in regime di arresti domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica di Pescara.

Nel pomeriggio di domenica i carabinieri di Montesilvano hanno arrestato un 37enne originario della provincia di Teramo; l’uomo che deve scontare la pena della reclusione di 13 mesi è stato tradotto nella propria abitazione dove permane in regime di detenzione domiciliare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque arresti e un divieto di avvicinamento eseguiti dai carabinieri nel corso dei controlli del fine settimana

IlPescara è in caricamento