Arrestato il pirata che ha ucciso il motociclista sull'asse attrezzato

Questa mattina la Polizia Stradale di Chieti ha arrestato il pirata che, nella notte, ha investito ed ucciso Francesco Italiani, il giovane di Pianella morto con il proprio scooter sull'asse attrezzato all'altezza dell'uscita di Chieti. Il colpevole è un pugliese residente a Francavilla al Mare

E' stato arrestato e condotto nel carcere di Chieti l'uomo che, la notte scorsa, ha investito ed ucciso Francesco Italiani, un 32enne di Pianella, che è caduto con il proprio scooter sull'asse attrezzato all'altezza della zona commerciale di Chieti.

Il pirata è un pugliese residente da diversi anni a Francavilla, Filippo Ludovico, di professione operaio presso un magazzino a Sambuceto.

L'uomo aveva investito il giovane a bordo del suo scooter dopo che quest'ultimo, per circostanze ancora da chiarire, era caduto dal suo veicolo. A seguito della caduta, però, Italiani era ancora vivo, ed è a questo punto che, con la sua Lancia Y, Ludovico lo ha investito ad alta velocità, senza nemmeno fermarsi per prestare soccorso.

Grazie alle testimonianze di alcuni automobilisti che si erano fermati sul luogo dell'incidente, si è riusciti a risalire all'identità del pirata, che è stato rintracciato ed arrestato con l'accusa di omicidio colposo, omissione di soccorso e fuga.

La salma di Francesco Italiani è invece nell'obitorio di San Giovanni Teatino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • A "L'ingrediente perfetto" su La7 Roberta Capua prepara gli arrosticini in padella con burro e salvia [FOTO - VIDEO]

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

Torna su
IlPescara è in caricamento