rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca Castellamare

Area di risulta, sgombero volontario del mercatino

Da ieri sera la comunità senegalese sta procedendo allo sgombero volontario delle bancarelle che occupavano la via a ridosso della stazione e dove sta operando anche Attiva

“Con il capo di gabinetto Guido Dezio e la consigliera Daniela Santroni in mattinata sono stato a verificare la situazione presso le aree di risulta, dove da ieri sera la comunità senegalese sta procedendo allo sgombero volontario delle bancarelle che occupavano la via a ridosso della stazione e dove sta operando con attenzione e solerzia anche Attiva con mezzi e uomini mobilitati stamattina per rimuovere i materiali accantonati e ripristinare lo stato dei luoghi e anche scarrabili, dove gli stessi senegalesi stanno deponendo materiale da smaltire”.

Lo fa sapere l'assessore alle Politiche sociali del Comune di Pescara, Giuliano Diodati.

“A nome dell'Amministrazione - aggiunge Diodati - voglio dare atto a questa collaborazione che ci aiuta a risolvere una delle maggiori e più sentite emergenze cittadine. Un gesto che è la risposta più eclatante all'apertura di un dialogo ormai già avviato sulla individuazione di una nuova area che abbia tutti i requisiti di legge per poter svolgere attività riguardanti il mercato etnico del mercato e sulla messa in regola di tutti gli operatori interessati. Come sottolineato già nell'incontro avuto ieri a Palazzo di Città, da parte dell'Amministrazione c'è la disponibilità piena a trovare una soluzione in tempi rapidi. Nel frattempo monitoreremo la situazione giorno per giorno, come stiamo già facendo, in modo da tenere sotto controllo tutti gli aspetti, a partire da quello sociale, che con uno sombero volontario e solerte fa venire meno anche le questioni di ordine pubblico”.

IL COMMENTO DI SEL - ''Vogliamo ringraziare la comunità senegalese per la lezione di democrazia e cittadinanza che ci hanno regalato e per la disponibilità a concertare una soluzione col Comune''. Lo scrive Sel in una nota. ''Siamo soddisfatti del dialogo e la costruzione di un percorso di collaborazione condiviso tra amministrazione e comunità senegalese. Certo non nascondiamo che avremmo preferito che tutto ciò fosse accaduto prima della firma dell'ordinanza, e non dopo''.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Area di risulta, sgombero volontario del mercatino

IlPescara è in caricamento