menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Area di risulta, ancora problemi con i parcheggiatori abusivi

Ancora parcheggiatori abusivi nella zona degli stalli dell'area di risulta, come segnalato nuovamente dall'associazione Pescara Mi Piace. Fiorilli: "Dal vicesindaco solo promesse"

Ancora parcheggiatori abusivi nel week end nel'area di risulta, dove gli automobilisti sono costretti a pagare balordi ed extracomunitari per non essere importunati o peggio per non rischiare di avere ritorsioni sulle proprie vetture.

A segnalare il problema è nuovamente Berardino Fiorilli di Pescara Mi Piace, aggiungendo che ha 25 giorni dalle promesse fatte dal vicesindaco riguardanti l'aumento dell'illuminazione pubblica, le telecamere da installare e l'aumento di controlli, nulla è cambiato.

"Sostanzialmente le aree di risulta sono tornate a essere ‘terra di nessuno’: sia nelle ore serali, ma soprattutto nei giorni festivi, il grande parcheggio è completamente in mano a bande di posteggiatori abusivi. Per la maggior parte si tratta di extracomunitari, evidentemente provenienti dal mercatino adiacente, e lo si capisce perché in mano hanno i tradizionali accendini, ombrelli e sciarpe, con tanto di zaino in spalla. Ma sbaglia chi pensa che, sulle aree di risulta, ci stanno per tentare di vendere la merce, in realtà presidiano i parcheggi per riscuotere il pedaggio. Sono ben organizzati, in due-tre controllano almeno due corsie, gestiscono i flussi di ingresso e di uscita, pronti a segnalarsi, fra loro, chi cerca di sfuggire al pagamento, e, in pochi minuti, gli automobilisti si ritrovano accerchiati" ha dichiarato Fiorilli, ricordando come l'associazione si sia fatta avanti denunciando l'accaduto circa un mese fa, con le segnalazioni dei cittadini andate a vuoto.

"Oggi ribadiamo la nostra richiesta di predisporre subito un presidio fisso della Polizia municipale nell’area almeno di sera e soprattutto nelle giornate festive, quando fra l’altro con l’arrivo della bella stagione si intensificano gli accessi ai 3mila posti auto della superficie. Inoltre rivolgiamo un appello alla sensibilità del Prefetto di Pescara, il dottor Francesco Provolo, affinchè si faccia portavoce della problematica e la porti all’ordine del giorno della prossima riunione del Comitato per la Sicurezza e l’Ordine pubblico" ha concluso Fiorilli, chiedendo di valutare l'ipotesi di ripristinare i militari dell'esercito per i pattugliamenti nella zona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento