Cronaca

Appalti truccati in Abruzzo, voci sui politici indagati

E' caccia a tre nomi dei politici abruzzesi che sarebbero indagati nell'ambito dell'inchiesta Caligola che ieri ha portato all'arresto di sette persone per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione

E' caccia a tre nomi dei politici abruzzesi che sarebbero indagati nell'ambito dell'inchiesta Caligola che ieri ha portato all'arresto di sette persone per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione.

Nell'ordinanza firmata dal Gip Billi, infatti, compaiono tre nomi omissis che per ora sono stati tenuti riservati. Secondo fonti Ansa, fra questi ci sarebbero Alfredo Castiglione, vicepresidente della Regione e assessore, Camillo Cesarone, ex capogruppo Pd al Consiglio Regionale, e Luciano D'Alfonso, ex sindaco di Pescara.

I tre, sentiti dall'agenzia di stampa, hanno detto di non aver avuto alcuna comunicazione ufficiale in merito al loro presunto coinvolgimento nell'inchiesta condotta dalla Procura de L'Aquila in collaborazione con la Squadra Mobile di Pescara.

Castiglione, comunque, compare in diverse intercettazioni come scritto anche nell'ordinanza, dove gli inquirenti parlano di "interessi privati" da parte di Castiglione a favore della convivente. "Mi hanno detto... ma non so di che cosa si stia parlando. Ignoro tutto" ha detto il vicepresidente della Regione.

Durante l'interrogatorio di ieri, anche i coniugi Gruttadauria hanno negato ogni accusa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalti truccati in Abruzzo, voci sui politici indagati

IlPescara è in caricamento