rotate-mobile
Cronaca

Stalking a un avvocato, antiquario pescarese rinviato a giudizio

L'uomo avrebbe provocato un forte stato di ansia nel professionista pedinandolo e passando più volte sia nei pressi del suo studio legale sia sotto la sua abitazione, arrivando addirittura a spiare nelle finestre della casa

Con le accuse di stalking e diffamazione, il gup di Chieti Isabella Maria Allieri ha rinviato a giudizio un antiquario 67enne di Pescara che ha molestato un noto avvocato di Francavilla al Mare.

Il processo inizierà il 14 marzo del prossimo anno. La vittima, assistita da Massimo Dragani, ha deciso di costituirsi parte civile chiedendo un risarcimento di 50mila euro. Lo stalker avrebbe provocato un forte stato di ansia nel professionista francavillese pedinandolo e passando più volte sia nei pressi del suo studio legale sia sotto la sua abitazione, arrivando addirittura a spiare nelle finestre della casa.

L'antiquario, che attualmente si trova in carcere, era già stato condannato lo scorso settembre a scontare 9 anni di reclusione e pagare un'ammenda di 2.500 euro sempre per stalking, nonchè per estorsione, nei confronti dell'avvocato di Francavilla, perché lo avrebbe costretto, dietro minaccia, a consegnargli 10mila euro in contanti e 24 cambiali per un importo di 60mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalking a un avvocato, antiquario pescarese rinviato a giudizio

IlPescara è in caricamento