rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca San Silvestro

Antenne San Silvestro, corteo e rabbia dei residenti: "Bloccheremo il Giro"

Un corteo fatto di bambini, residenti, cittadini ed esponenti politici locali ha attraversato questa mattina il colle di San Silvestro per protestare contro la presenza delle antenne radiotelevisive

"Il 10 maggio bloccheremo il Giro, siamo stufi delle inutili promesse e soprattutto di non vedere applicata la Legge dagli stessi magistrati"

Centinaia di cittadini di San Silvestro, bambini, associazioni hanno questa mattina animato il quartiere, dove da anni si vive la vicenda delicata e spinosa delle antenne radiotelevisive.

Ancora una volta, dopo le proteste che vanno avanti da anni, gli scioperi della fame, le denunce penali e le sentenze che hanno stabilito l'illegittimità di quegli impianti sul colle, i cittadini sono tornati in piazza. Una marcia della legalità, pacifica ma mossa da animi ormai esasperati ha raggiunto le antenne della Rai, dove sono stati deposti dei fiori come simbolo della "morte degli impianti".

Manifestazione Antenne San Silvestro Pescara

A coordinare la manifestazione i residenti che da sempre si sono esposti ed hanno chiesto di tutelare il quartiere dalla presenza degli impianti. fra cui Mariano D'Andrea, che ha ripercoso la vicenda, le sentenze, gli atti ricordando le denunce presentate da anni in Procura per chiedere di rimuovere gli impianti privi di autorizzazioni.

Ma il pericolo non riguarda solo gli impianti già presenti: l'11 aprile scorso, infatti, l'Agcom ha chiesto di reinserire San Silvestro fra i siti idonei del Piano Nazionale delle Frequenze, piano dal quale il colle è stato escluso. La richiesta, se accolta, porterebbe a San Silvestro decine di altri impianti per il digitale terrestre. Ora è la Regione che dovrà dare il proprio parere negativo per impedire il reinserimento nel nuovo Piano.

Presenti anche diversi esponenti politici, fra cui il consigliere comunale Blasioli, che ha ricordato come l'intero gruppo consiliare PD da anni è impegnato nella battaglia contro le antenne a San Silvestro, aggiungendo che sulla questione delle antenne due procedimenti diversi sono ancora aperti: quello riguardante la delocalizzazione, sul quale il Tar si è espresso già diverse volte, e quello sullo spegnimento degli impianti.

Presente anche l'onorevole Vittoria D'Incecco, parlamentare PD che ha ribadito il proprio impegno per riuscire a convocare un incontro con il nuovo Ministro Zanonato ed avere risposte in tempo breve, sollecitando la Regione ad esprimere in tempi rapidi parere negativo all'Agcom per il reinserimento di San Silvestro nel Piano delle Frequenze.

L'onorevole Gianluca Vacca, parlamentare pescarese del Movimento Cinque Stelle, è intervenuto denunciando l'atteggiamento ostruzionistico da parte del Ministero al quale ha chiesto, come previsto dalla Legge, l'accesso agli atti riguardanti la questione di San Silvestro. Vacca ha aggiunto che per ora non è riuscito ad esaminare le carte, e qualora non dovesse avere risposte in tempi brevi, è pronto a denunciare l'accaduto ai carabinieri.

Massimo impegno è stato garantito anche dall'assessore comunale Seccia, che ha ricordato come il sindaco Mascia da anni si sia esposto in prima linea per riuscire a trovare una soluzione per la delocalizzazione degli impianti.

Il corteo ha raggiunto il sito delle antenne della Rai, dove i residenti hanno dichiarato di voler presentare denuncia alla Questura, in presenza degli agenti intervenuti sul posto, per la presenza illegale degli impianti chiedendo un nuovo incontro con la Procura di Pescara per capire i motivi che impediscono l'esecuzione materiale delle sentenze che rendono di fatto gli impianti illegali.

"Abbiamo diritto a tutelare la nostra salute e quella dei nostri figli" hanno ribadito i residenti, aggiungendo che sulla questione dei danni causati dalle onde elettromagnetiche per ora non ci sono prove documentabili, ma il picco allarmante e anomali di patologie anche gravi che ha colpito e continua a colpire gli abitanti della zona è inaccettabile.

Intanto il prossimo 10 maggio il Giro D'Italia, che farà tappa a Pescara, passerà proprio da San Silvestro. In quell'occasione i residenti si dicono pronti a bloccare la corsa, sdraiandosi in strada come forma di protesta.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antenne San Silvestro, corteo e rabbia dei residenti: "Bloccheremo il Giro"

IlPescara è in caricamento