Ambulanza con infiltrazioni di acqua dal tetto e rientro dei gas di scarico, la scoperta dei Nas

A eseguirli sono stati i carabinieri del Nas in condivisione con il ministero della Salute allo scopo di tutelare sia i pazienti che gli operatori dai rischi di possibile contagio biologico nel corso del trasporto

Controlli sulle autoambulanze utilizzate per il trasporto di pazienti, con particolare riferimento alla corretta esecuzione delle operazioni di sanificazione e disinfezione, per la prevenzione della diffusione epidemica da Covid-19 (Coronavirus).
A eseguirli sono stati i carabinieri del Nas in condivisione con il ministero della Salute allo scopo di tutelare sia i pazienti che gli operatori dai rischi di possibile contagio biologico nel corso del trasporto.

Tra gli interventi, come riferisce l'agenzia Dire, si segnala che a Pescara è stata individuata un'ambulanza per trasporto infermi e feriti in funzione nonostante la presenza di infiltrazioni di acqua dal tetto nel vano sanitario, rientro dei gas di scarico all'interno del vano sanitario, riscaldamento non funzionante nonché oltre 400mila km di percorrenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

Torna su
IlPescara è in caricamento