rotate-mobile
Cronaca

Wwf: “Nel 2014 spiaggiate 54 tartarughe e 30 cetacei”

L'associazione lancia l'allarme definendo il 2014 un "annus horribilis" per il mare abruzzese. Sulla nostra costa, infatti, si sono spiaggiati 30 cetacei e 53 tartarughe

Il Wwf Abruzzo lancia l’allarme definendo il 2014 un “annus horribilis” per il mare abruzzese.

Lo scorso anno, sulla nostra costa, si sono spiaggiati ben 30 cetacei e 53 tartarughe appartenenti alla specie Caretta Caretta.

Per ciò che concerne i cetacei, la maggior parte e’ arrivata a riva gia’ priva di vita, mentre altri hanno ripreso il largo, ma non si sa se siano sopravvissuti o, più semplicemente, se siano andati a morire altrove.

Per quanto riguarda poi le tartarughe, il trend e’ in aumento: nei soli primi due mesi del 2015, infatti, si registrano 34 esemplari deceduti in maniera non naturale, la maggior parte dei quali per soffocamento.

Ricordiamo che sulle spiagge di Pescara e Montesilvano è capitato più volte, negli ultimi tempi, di rinvenire tartarughe Caretta Caretta.

"Le nostre acque – denuncia il Wwf in una nota – sono state classificate tra le piu’ sporche d’Italia. L’ambiente marino dell’Adriatico è un prezioso scrigno di biodiversità. Preservarne l’integrita’ e la bellezza dovrebbe essere un bisogno prioritario per ciascuno di noi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Wwf: “Nel 2014 spiaggiate 54 tartarughe e 30 cetacei”

IlPescara è in caricamento